Andrea De Sabato

Andrea De Sabato
Nome
Andrea De Sabato

La mia personale storia radiofonica inizia a casa mia.
Era la fine degli anni 70, il 1978 per essere precisi.

Io abitavo a Malgrate vicino a Lecco e da qualche anno ero folgorato dalle radio locali che a quei tempi nascevano come funghi.
Un pomeriggio il mio amico del cuore Francantonio, detto Popo, mi citofona e mi dice di sintonizzarmi sui 108 FM. Lo feci e con grande sorpresa sentii la sua voce che mi salutava. Non ci potevo credere, la sua voce alla radio!!!!

Si trattava di una specie di Walkie Talkie in scatola di montaggio da pochi milliwatt.

Tanto bastò per lanciarci in seguito in un’avventura tutta nostra e di quei pochi che riuscivano a sentirci dai palazzi della nostra zona.
Avevamo una radiolina tutta nostra e ci divertimmo per un paio d’anni.
Questo fu il mio inizio.

Nel 1980 approdo ad una vera e propria radio di Lecco e da quel giorno non mi sono più fermato.
Dopo aver collaborato con altre radio lecchesi, nel 1986 lascio Lecco per trasferirmi in Svizzera.
Lavoro un anno in una discoteca chiamata Jacky O’, a Biasca, vicino a Bellinzona.

Nel 1987 ritorno alla radio e precisamente a Rete Città, piccola grande realtà ad Erba (Co).
Una radio che trasmetteva solo musica black, molto professionale, molto ”avanti”.

Grazie a quella esperienza vengo ingaggiato in una delle discoteche più forti di quella zona ovvero il 2001 Club. In quella discoteca erano passati molti dei più grandi Djs del nord Italia, tra cui Leopardo, Chicco Secci, Max pavesi, Maurizio Molella e Stefano Secchi, che proprio quell’anno era ritornato a lavorare anche in quel locale.

Fu proprio grazie a Stefano Secchi che nel 1990 cominciai la mia avventura a Rete 105, dove lavorai fino alla fine del 1999.

Verso la fine degli anni novanta fondo un gruppo musicale chiamato Flabby, insieme con Rosario Pellecchia e Fabrizio Fiore, un progetto lounge nu jazz che ci diede molte soddisfazioni e un po di notorietà, grazie soprattutto a Mambo Italiano ripreso e ricantato da Carla Boni.

Nel 2000 entro nel mondo di RTL, prima nel progetto RTL Milano, poi in quello di Hit Channel, che di fatto fu il primo esperimento di “radiovisione” e infine alla rete ammiraglia RTL102.5 dove tutt’ora conduco “Nessun Dorma weekend ” e la “Discoteca Nazionale” in coppia con Angelo Di Benedetto.

Sempre nel 2000 sono stato una delle voci ufficiali di Italia Uno, nel progetto “uno di uno” che di fatto era come parlare alla radio, solo che lo facevamo in televisione, sulle sigle di telefilm e cartoni animati.